Coaching

Il Coaching Individuale FutureFly

Il Coaching è una conversazione chiara e diretta tra Coach e Coachee. Il Coach fa domande per aiutare il Cliente (Coachee) a trovare le risposte, le ispirazioni e ciò che è utile a consentire la scelta delle soluzioni migliori.

Il Coaching può essere paragonato a un viaggio, in cui il Coach e il Coachee proseguono l’uno a fianco all’altro. In particolare il Coach si impegna ad accompagnare e supportare il Coachee così che apprendendo nuovi strumenti, fotografando situazioni e ricevendo stimoli diversi, quest’ultimo arrivi agevolmente e con passo sicuro alla meta.

Socrate paragonava la maieutica all’arte di utilizzare le domande per “far tirar fuori le cose“. Questo esprime pienamente il concetto di Coaching: la conversazione in cui il Coach pone domande per aiutare e sostenere il Coachee e portarlo a trovare soluzioni, a realizzare il suo obiettivo e a ottenere il risultato.

In sintesi, il percorso di Coaching è una proposta, costruita sulle specifiche esigenze del Coachee, sviluppata in un certo di numero di tappe denominate sessioni (6 a 12 sessioni con una cadenza variabile e un impegno temporale fino a 2 ore per sessione).

L’accordo in cui vengono definiti i ruoli di ciascuno, i confini della relazione e le modalità di lavoro è chiamato “contracting”. Normalmente questa fase è dedicata proprio a come il Coaching viene erogato nelle modalità, tempistiche, logistica, obiettivi e aspettative che assicurano chiarezza, responsabilità, sostenibilità concreta efficace per il Coachee.

 

Metodologia

Il Coaching FutureFly combina le esperienze professionali e le competenze specifiche di Coaching, Mentoring e Programmazione Neuro Linguistica (PNL) per sviluppare ogni volta il percorso utile in base delle esigenze del Coachee.

Nella fase iniziale di ascolto pieno e contestuale, il Coach lo accompagna e lo stimola a valutare i suoi obiettivi e a deciderli. Gli obiettivi possono essere di sviluppo, di apprendimento, di crescita e di risultato. L’importante che siano obiettivi definiti e raggiungibili (il Coaching è utilizzato anche per aiutare il Coachee a definire obiettivi che gli sono propri).Dopo la definizione dell’obiettivo si passa a una fase di valutazione dei possibili scenari, delle opzioni, degli eventuali ostacoli, in modo che il Coachee possa scegliere la strada migliore e proseguire nel percorso. Siamo ora nella fase della pianificazione, azioni concrete che il Coachee responsabilmente decide e si impegna a compiere (anche decidere di compiere una riflessione profonda è un’azione,  talvolta è la migliore possibile in quel momento specifico).

Al traguardo si celebrano i risultati. Sono i risultati che sono misurabili, sostenibili nel tempo e sono loro che generano la soddisfazione, il “volare” e la gioia «nel fare ciò che si fa».

 

«Il potenziale è dentro ciascuno di noi e fa di tutto per uscire» – Roberto Assagioli

 

Cosa fa il Coach FutureFly?

Il Coach FutureFly accompagna la persona a tirare fuori il meglio da se stessa (qualità di cui a volte ci si è pure dimenticati di avere) così che si possa ottenere ciò che vuole veramente raggiungere nei tempi e nei modi che loro stessi sanno utili.
Durante la sessione di coaching il Coach è presente, ascolta pienamente, pone domande potenti, restituisce comprensione, offre strumenti e affianca il coachee a pianificare azioni e a prendere responsabilità verso il raggiungimento della sua meta.

Affinché ci sia una effettiva relazione di coaching è necessario rilevare un obiettivo specifico, scadenza e risultato misurabile altrimenti è una conversazione tra due persone. Per esempio ci si può rivolgere ad un coach anche quando si ha l’esigenza di trovare il proprio obiettivo, un po’ come quando ci si sente in una fase di transizione o di cambiamento.

© Copyright 2017 - FutureFly